archetto parafango anteriore

Tutto su tutto, le novità, le discussioni, le notizie e tutto in tempo reale
Rispondi
montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 12/03/2017, 22:05

Oggi sono andato a vedere degli amici che si allenavano in un campo trial attrezzato e regolamentato, oltre a loro c'erano altri trialisti ed uno di loro aveva un Beta Evo 2017, guardando meglio la moto ho notato che non aveva il parafango anteriore con il solito archetto di serie , ma aveva questo: http://www.bosioffroad.it/it/prodotti/a ... riore-bosi
gli ho chiesto il perchè e se ci sono dei miglioramenti, mi ha risposto che il tutto dovrebbe rendere un pò più rigido e meno flessibile l'attacco forcelle...ma in quanto miglioramenti lui ( al momento ) non ne ha sentiti .
cosa potete dirmi a riguardo ? meglio quello di serie che sul Beta Evo è un tutt'uno con il parafango ed è di plastica o questo in alluminio ? ( bisogna anche cambiare il parafango logicamente.)....sono sottigliezze avvertibili da piloti "super" o ne vale la pena ? Pro e contro ?
Thanks

webmaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 654
Iscritto il: 12/11/2013, 22:42
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub: Canzo
Località: Lurago d'Erba (Co)
Contatta:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da webmaster » 13/03/2017, 11:13

si....va be... adesso non è che se devi cambiare il bullone del tendicatena chiedi consigli su come va quello in ferro rispetto a quello in ergal.. va da sè che quello in plastica sembra una cinesata brutta ed economica e d'inverno tende a rompersi più facilmente, ma da li a sentire se la forcella è più rigida ce ne passa.... diciamo che se la moto cade da un ostacolo quello in plastica si rompe alla torsione, quello in alluminio si storta e lo sistemi con due colpi contro un albero. quello in alluminio di sicuro è più da moto vera, quello in plasticaccia fa davvero cag..... ecco questa è la differenza avvertibile ( la vista ) :hor__
webmaster del forum
Immagine

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 13/03/2017, 12:59

webmaster ha scritto:si....va be... adesso non è che se devi cambiare il bullone del tendicatena chiedi consigli su come va quello in ferro rispetto a quello in ergal.. va da sè che quello in plastica sembra una cinesata brutta ed economica e d'inverno tende a rompersi più facilmente, ma da li a sentire se la forcella è più rigida ce ne passa.... diciamo che se la moto cade da un ostacolo quello in plastica si rompe alla torsione, quello in alluminio si storta e lo sistemi con due colpi contro un albero. quello in alluminio di sicuro è più da moto vera, quello in plasticaccia fa davvero cag..... ecco questa è la differenza avvertibile ( la vista ) :hor__
allora non c'è nessuna differenza a parte la solidità tra i due !

pensavo fosse diversamente , nel senso che , solidità a parte, anni fa quando tutte le moto avevano l'archetto separato dal parafango si dava abbastanza importanza all'archetto, su come era fatto ( mi ricordo quelli per il 315 ) o se l'archetto era curvo o dritto o in che materiale .
boh ...i tempi saranno cambiati......
molto provabilmente con le nuove moto avranno migliorato qualcosa in modo che sia sufficente quello tutt'uno con il parafango .

betaevo
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 28
Iscritto il: 04/01/2016, 15:48
Moto: BETAEVO
motoclub: SUPERBA
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da betaevo » 13/03/2017, 14:06

che si senta più rigidezza magari bisogna avere una sensibilità particolare non metto dubbio , anche perchè il master ha una valanga di esperienza e capacità rispetto a me ma, posso assicurarti che mi sono trovato a rompere quello di plastica al primo giro di un regionale, poi è stato un delirio la forcella era sempre avvitata per me sono soldi spesi benissimo anche per il motoalpinismo.

sergioNMD
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 197
Iscritto il: 16/10/2014, 18:45
Moto: TRS 300 R
motoclub: Triangolo Lariano
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da sergioNMD » 13/03/2017, 14:20

betaevo ha scritto: la forcella era sempre avvitata
In che senso?

trialista vintage
Bravino
Bravino
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/06/2014, 16:56
Moto: BETA FACTORY 2017
motoclub: valtellina

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da trialista vintage » 13/03/2017, 14:22

Nel dubbio io uso l'archetto in ergal

Avatar utente
pogopogo
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 753
Iscritto il: 14/11/2013, 19:01
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub:
Nazione: 0
Località: Valle d'Aosta
Contatta:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da pogopogo » 13/03/2017, 22:49

sergioNMD ha scritto:
betaevo ha scritto: la forcella era sempre avvitata
In che senso?
...penso lel senso che al minimo colpetto la ruota anteriore si ruota verso sinistra o destra, facendoti guidare sempre con la ruota storta (e non è il massimo, un po' come guidare sbronzi) ... a me capitava di frequente con le forcelle a steli rovesciati (l' Aprilia non aveva un vero e proprio archetto rigido, ma tutto in plastica, che seppur spessa, era elastica), con le forcelle tradizionali e l'archetto in alluminio o in carbonio mi capita di trovarmi la ruota da una parte solo se cado di brutto... se il suo in plastica economica fa schifo, mettine uno in alluminio: almeno non si rompe solo a guardarlo...
Trial old style

betaevo
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 28
Iscritto il: 04/01/2016, 15:48
Moto: BETAEVO
motoclub: SUPERBA
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da betaevo » 14/03/2017, 9:20

esattamente come dice pogopogo, la moto non è più guidabile.
se poi come dicevo sei in gara al massimo ti ritiri, ma se sei in cima ad un monte la cosa si fa fastidiosa.
Sono un affezionato betista ma certe scelte faccio fatica a capirle, aparte il costo ed il ricambio che devi comperare.
l'archetto ed il parafango di bosi non vanno più alla fine e te li porti sulla moto nuova

trialista vintage
Bravino
Bravino
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/06/2014, 16:56
Moto: BETA FACTORY 2017
motoclub: valtellina

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da trialista vintage » 14/03/2017, 15:39

betaevo ha scritto:esattamente come dice pogopogo, la moto non è più guidabile.
se poi come dicevo sei in gara al massimo ti ritiri, ma se sei in cima ad un monte la cosa si fa fastidiosa.
Sono un affezionato betista ma certe scelte faccio fatica a capirle, aparte il costo ed il ricambio che devi comperare.
l'archetto ed il parafango di bosi non vanno più alla fine e te li porti sulla moto nuova
Non esagerate :-^-^-^ non ho mai visto rompersi l'archetto del parafango Beta... il parafango si (specialmente d'inverno) ma l'archetto mai, poi chiaramente quello in metallo è più rigido ma x un uso motoalpinistico ne avanza di quello di serie

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 14/03/2017, 18:43

vedo con piacere che l'argomento è interessante , anche se la cosa ( archetto) sembra una banalità trovo anch'io che uno sforzo in casa Beta ( non so le altre marche ) potevano farlo e fornire le moto con un archetto in alluminio e No in plastica inglobato nel parafango.
forse come dice trialista vintage , prima di rompere anche quello di serie ce ne vuole e forse nel motoalpinismo serve meno che nel trial di zona, ma nel dubbio di prendermi ad un'ora o più da casa con l'archetto rotto per una caduta....ho ordinato quello Bosis con il suo parafango !

penso che certe piccole cose , anche se sembrano di poco conto, migliorano sicuramente la guidabilità e la sicurezza della moto, tanto per dire : ho preso un paio di settimane fa anche il disco Race posteriore e vi assicuro che è un'altro pianeta dal disco di serie...e senza cambiare niente altro del freno .

cico
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 635
Iscritto il: 13/11/2013, 20:26
Moto:
motoclub:
Località: Basso TRENTINO

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da cico » 14/03/2017, 23:22

Più che il posteriore, è quello anteriore che è meglio cambiare. E la differenza si sente.

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 15/03/2017, 8:44

cico ha scritto:Più che il posteriore, è quello anteriore che è meglio cambiare. E la differenza si sente.
non faccio trial ma solo alpinismo e in tanti anni e in tante moto avute quello davanti ( per fortuna ) non mi ha mai tradito o dato problemi , quello dietro invece più volte ( leggi lunghe discese ecc) ha avuto dei tentennamenti...e mi sembra di aver letto che è un difettino delle Beta ( il freno posteriore ) , per questo ho sostituito il disco posteriore...ma immagino che anche la sostituzione dell'anteriore porti ad avere un impianto frenante al top.
Ultima modifica di montesa il 15/03/2017, 13:41, modificato 2 volte in totale.

trialista vintage
Bravino
Bravino
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/06/2014, 16:56
Moto: BETA FACTORY 2017
motoclub: valtellina

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da trialista vintage » 15/03/2017, 9:02

penso che certe piccole cose , anche se sembrano di poco conto, migliorano sicuramente la guidabilità e la sicurezza della moto, tanto per dire : ho preso un paio di settimane fa anche il disco Race posteriore e vi assicuro che è un'altro pianeta dal disco di serie...e senza cambiare niente altro del freno .[/quote]

il migliore penso sia il Mototekna

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 16/03/2017, 15:52

allora : l'archetto è arrivato, bello è bello ( l'archetto )...il parafango per montare l'archetto invece....non è che sia il massimo "esteticamente"...
domanda per chi l'ha montato sulla Evo : adesso il cavo del freno anteriore non ci sta + come nel vecchio parafango ( cioè inserito tra concavo parafango e forcella) ...ma bisogna per forza ( almeno mi sembra) tenerlo fuori !?!?!?!
in questo modo il cavo è molto teso , fa una brutta piega vicino all'archetto e striscia bene sull'archetto che adesso è in alluminio e no plastica come prima ( con il tempo sfrega oggi e sfrega domani magari si consuma il cavo.....)
per chi ce l'ha : voi come avete fatto ?
grazie.

Avatar utente
pogopogo
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 753
Iscritto il: 14/11/2013, 19:01
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub:
Nazione: 0
Località: Valle d'Aosta
Contatta:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da pogopogo » 16/03/2017, 19:28

...a naso, dalla foto sul sito di Bosi, c'è una soluzione tipo Montesa 4RT: un supporto in corrispondenza della vite di fissaggio anteriore sinistra dell'archetto a cui fissare il tubo...
Trial old style

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 16/03/2017, 22:02

pogopogo ha scritto:...a naso, dalla foto sul sito di Bosi, c'è una soluzione tipo Montesa 4RT: un supporto in corrispondenza della vite di fissaggio anteriore sinistra dell'archetto a cui fissare il tubo...
si , sembra anche a me, dal vedere pare che la scritta che io avevo messo rivolta verso l'esterno vada invece rivolta verso l'interno ( la leggi quando sei in moto praticamente e no da davanti ) così facendo da quel buchino ( come da foto che dici tu) ci fai passare una fascetta per tenere il cavo/tubo del freno......però resta sempre storto e sfrega sull'archetto.....

ci vorrebbe la testimonianza di qualcuno che ce l'ha...... :bho

Avatar utente
pogopogo
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 753
Iscritto il: 14/11/2013, 19:01
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub:
Nazione: 0
Località: Valle d'Aosta
Contatta:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da pogopogo » 16/03/2017, 22:24

Più che una fascetta sembra un foro per agganciare un occhiello in filo metallico spesso. Prova a chiedere direttamente a Bosi, visto che li mette sulle moto che prepara, avrà sicuramente un sistema funzionale.
Trial old style

betaevo
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 28
Iscritto il: 04/01/2016, 15:48
Moto: BETAEVO
motoclub: SUPERBA
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da betaevo » 17/03/2017, 8:53

io mi sono fatto un doppio anello in filo armonico fissato ad un bullone di quelli che tengono l'archetto al gambale della forcella e funziona a dovere

marbon60
Belloccio
Belloccio
Messaggi: 92
Iscritto il: 14/11/2013, 9:09
Moto:
motoclub:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da marbon60 » 17/03/2017, 20:23

L'archetto sulla Evo l'abbiamo montato quasi subito dal 2009, il parafango originale si è subito rotto, gli inserti in ottone dove passano le viti di fissaggio, per cui proprio l'attacco, sia sul modello 2009 sia sul 2010. A mio avviso l'archetto in alluminio (è quello della Cota) rende la moto molto più guidabile in zona, nelle curve strette dove magari vai in appoggio sull'esterno, la moto è molto più precisa. Per quanto riguarda il freno, intanto non è un filo, ma un tubo, poi non deve scorrere sull'archetto, va fissato con una fascetta all'archetto stesso, scorre nel portafaro.

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 18/03/2017, 14:55

"......Più che una fascetta sembra un foro per agganciare un occhiello in filo metallico spesso. Prova a chiedere direttamente a Bosi, visto che li mette sulle moto che prepara, avrà sicuramente un sistema funzionale......"

"......L'archetto sulla Evo l'abbiamo montato quasi subito dal 2009, il parafango originale si è subito rotto, gli inserti in ottone dove passano le viti di fissaggio, per cui proprio l'attacco, sia sul modello 2009 sia sul 2010. A mio avviso l'archetto in alluminio (è quello della Cota) rende la moto molto più guidabile in zona, nelle curve strette dove magari vai in appoggio sull'esterno, la moto è molto più precisa. Per quanto riguarda il freno, intanto non è un filo, ma un tubo, poi non deve scorrere sull'archetto, va fissato con una fascetta all'archetto stesso, scorre nel portafaro...."


grazie delle risposte.
ho telefonato a Bosi , per chiedere cos'è quello che si vede dalla foto nel loro sito , è un filo metallico che hanno montato sulle moto del Team, niente cose particolari mi ha detto....ma mi ha anche detto che basta e avanza una comune fascetta da elettricista e così ho fatto .

ho notato anch'io che rende la moto più guidabile, non faccio zone, ma anche nel motoalpinismo quando trovi pietraie l'anteriore con l'archetto sembra "sbacchetti" meno ...il parafango resta comunque sempre bruttino...ed è molto più vicino alla ruota dell'originale :shock: speriamo non si riempia di terra/fango + facilmente di quello di serie :bho

Avatar utente
davidelba
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2016, 17:44
Moto: GG TXT 300
motoclub: Freerider
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da davidelba » 06/04/2017, 15:09

Ciao ragazzi

Avevo tralasciato questa discussione perchè pensavo fosse solo la richiesta di un dettaglio beta invece leggo tante cose curiose e interessanti.

La prima cosa che mi viene da dire con tanta tanta ironia è : me perche comprate quei giocattoli di plastca fatti in Toscana ? :*->^ :*->^ :*->^

Poi una cosa davvero molto curiosa, ma se per malaugurato motivo prendete uno storcione, una gran botta e vi si torce la forca, magari spezzando quella plasticaccia di supporto, non ho capito qual'è il problema di guida successivo.......la forca si torce tra le piastre, per rimetterla dritta bisogna solo allentare le viti/brugole in alto sulla piastra e tutto torna come prima, basta avere nel marsupio/zaino una brugola adatta e in un minuto sei in viaggio. Quel supporto in alluminio è per sorreggere il parafango mica per tenere insieme o dritta la forcella.

Fatemi capire come può andare in torsione una forcella tradizionale da 40 mm a corsa corta in appoggio cioè quando nei foderi sono entrati 3/4 di stelo con tutto quello che c'è dentro......
Allora ad una forcella enduro USD da 45 mm con escursione doppia rispetto al trial, senza nessun archetto parafango montato sotto la piastra, cosa dovrebbe succedere ? eppure non succede nulla.
per me la state facendo un po...... :-^-^-^

:D :D :D :D :D :D



La seconda cosa che non ho capito, quando si parla di posteriore..... ??? .....
Anche qui leggo che qualcosa si danneggia e la moto diventa inguidabile......me la spiegate quest'altra problematica Beta ? :bho

webmaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 654
Iscritto il: 12/11/2013, 22:42
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub: Canzo
Località: Lurago d'Erba (Co)
Contatta:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da webmaster » 06/04/2017, 15:36

prova a togliere l'archetto e fai un'uscita poi ci dici cosa hai notato di diverso.... :m^-m

se hai un minimo di sensibilità di guida te ne accorgi immediatamente...
webmaster del forum
Immagine

Avatar utente
davidelba
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2016, 17:44
Moto: GG TXT 300
motoclub: Freerider
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da davidelba » 06/04/2017, 16:01

webmaster ha scritto:, ma da li a sentire se la forcella è più rigida ce ne passa.... .... ecco questa è la differenza avvertibile ( la vista ) _

Web in questa risposta la pensavi diversamente.......

quale delle due è buona ??? :bho

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 06/04/2017, 19:07

davidelba ha scritto:Ciao ragazzi


La prima cosa che mi viene da dire con tanta tanta ironia è : me perche comprate quei giocattoli di plastca fatti in Toscana ? :*->^ :*->^ :*->^

:D :D :D :D :D :D

La seconda cosa che non ho capito, quando si parla di posteriore..... ??? .....
Anche qui leggo che qualcosa si danneggia e la moto diventa inguidabile......me la spiegate quest'altra problematica Beta ? :bho
l'archetto tra averlo e non ...si notano le differenze, non so se le altre marche lo hanno o come lo hanno.
sul posteriore non ho letto niente ma sarebbe interessante, almeno per me che non lo so , sapere che problemi possa avere o ha.

sul fatto di comprare Beta, penso sia una scelta come comprare un'altra marca, io ho preso Beta ( ancora ) per un semplice motivo: non mi ha mai lasciato a piedi , i ricambi o riparazioni li ho ad un passo da casa, i ricambi o le riparazioni il meccanico li ha tutti ( Tutti ) in casa e a buon prezzo.
Ah , altro motivo oltre a quelli citati , importantissimi, perchè ho preso Beta : non ho velleità da trialista di zona o da motoalpinista da percorso Hard , e sinceramente neanche mai mi è interessato ,la moto le ho sempre prese per tenermi un pò in movimento e come sfogo settimanale...e volevo una moto "no problem"...

trialista vintage
Bravino
Bravino
Messaggi: 458
Iscritto il: 23/06/2014, 16:56
Moto: BETA FACTORY 2017
motoclub: valtellina

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da trialista vintage » 07/04/2017, 8:07

[quote="davidelba"]Ciao ragazzi

Avevo tralasciato questa discussione perchè pensavo fosse solo la richiesta di un dettaglio beta invece leggo tante cose curiose e interessanti.

La prima cosa che mi viene da dire con tanta tanta ironia è : me perche comprate quei giocattoli di plastca fatti in Toscana ? :*->^ :*->^ :*->^

Poi una cosa davvero molto curiosa, ma se per malaugurato motivo prendete uno storcione, una gran botta e vi si torce la forca, magari spezzando quella plasticaccia di supporto, non ho capito qual'è il problema di guida successivo.......la forca si torce tra le piastre, per rimetterla dritta bisogna solo allentare le viti/brugole in alto sulla piastra e tutto torna come prima, basta avere nel marsupio/zaino una brugola adatta e in un minuto sei in viaggio. Quel supporto in alluminio è per sorreggere il parafango mica per tenere insieme o dritta la forcella.

Fatemi capire come può andare in torsione una forcella tradizionale da 40 mm a corsa corta in appoggio cioè quando nei foderi sono entrati 3/4 di stelo con tutto quello che c'è dentro......


Allora ad una forcella enduro USD da 45 mm con escursione doppia rispetto al trial, senza nessun archetto parafango montato sotto la piastra, cosa dovrebbe succedere ? eppure non succede nulla.
per me la state facendo un po...... :-^-^-^

:D :D :D :D :D :D

minchia che delusione.... da uno che parla di sag .... taratura forcelle e mono ..ecc una bestialità del genere non me l'aspettavo... guidare un trial senza l'archetto è un po' complicato, non significa che se sei in giro non torni a casa ma che non si riesce a guidare decentemente :--rofl (infatti il periodo delle forcelle rovesciate nel trial è durato un inezia)

webmaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 654
Iscritto il: 12/11/2013, 22:42
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub: Canzo
Località: Lurago d'Erba (Co)
Contatta:

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da webmaster » 07/04/2017, 8:20

davidelba ha scritto:
webmaster ha scritto:, ma da li a sentire se la forcella è più rigida ce ne passa.... .... ecco questa è la differenza avvertibile ( la vista ) _

Web in questa risposta la pensavi diversamente.......

quale delle due è buona ??? :bho
la differenza che intendevo li è tra plastica e metallo e non tra " con o senza archetto "
webmaster del forum
Immagine

Avatar utente
davidelba
Perditempo
Perditempo
Messaggi: 749
Iscritto il: 19/01/2016, 17:44
Moto: GG TXT 300
motoclub: Freerider
Nazione: 0

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da davidelba » 07/04/2017, 9:35

trialista vintage ha scritto: minchia che delusione.... da uno che parla di sag .... taratura forcelle e mono ..ecc una bestialità del genere non me l'aspettavo...
FERMI TUTTI PER UN SECONDO GRAZIE

Vorrei chiarire un concetto, se una persona scrive dei posts o apre un topic in un forum per fare domande o provare a dare risposte non significa che è un tecnico del settore, che è un campione di motociclismo e che ha la verità tra le mani.
Potrebbe anche semplicemente come nel mio caso essere una persona normale che fa e si fa delle domande, che può sbagliare che può scrivere anche una cazzata.
Da una frase, una battuta, una domanda, una risposta, può nascere una discussione interessante con dei contenuti validi che possono insegnare tante cose.
Se le informazioni si tengono in tasca non servono a nessuno.

Ho aperto un topic anzi più di uno per parlare di SAG, non ho scritto che sono un esperto anzi ho fatto domande per capire ma nessuno scrive e allora a cosa serve un forum ????????

Torniamo al punto, Voi mi dite che una moto da trial con forcella tradizionale senza archetto o piastra sotto o sopra il parafango NON SI GUIDA....voglio credervi ma spiegatemi per cortesia come si fanno a guidare le moto da enduro che non hanno questo archetto di "sostegno" "rinforzo " ??
Adesso tutte usano le USD ma prima non era cosi e io di piastre sopra la ruota non ne ho mai viste.
Quale è la vostra spiegazione tecnica, sono qui per chiedere e per imparare non per criticare o fare polemica.

Grazie per le eventuali risposte
Buona giornata a tutti

montesa
Artista Del Salame
Artista Del Salame
Messaggi: 187
Iscritto il: 13/11/2015, 8:31
Moto: ---
motoclub:
Località: dalle parti di Vicenza

Re: archetto parafango anteriore

Messaggio da montesa » 07/04/2017, 10:10

la differenza tra l'archetto su una moto da enduro o da trial ...non la so...non ho mai avuto enduro ma solo trial.
il perchè si sente così la differenza ...non so neanche questo...ma presumo sia per una maggiore rigidità, so però per certo ( e lo dico da ultimo pilota della lista :bho ) che si sente eccome la differenza tra quello in plastica e quello in alluminio, ma non solo nel trial di zona, ma anche in una semplice discesa sassosa o sconnessa .

riguardo a cosa serve il forum sono d'accordo con te : serve alle persone normali, ma anche a quelle esperte , a discutere , fare domande, a capire, e dare delle risposte sullo sport che pratichiamo .

Rispondi