Recensione Portamoto Gancio traino Towcar

Tutto su tutto, le novità, le discussioni, le notizie e tutto in tempo reale
Rispondi
Aldino76
Novellino
Novellino
Messaggi: 14
Iscritto il: 09/10/2018, 10:56
Moto: Beta Evo 2011
motoclub:
Nazione: 0

Recensione Portamoto Gancio traino Towcar

Messaggio da Aldino76 » 02/10/2019, 17:37

Un caro saluto a tutti,

Ho visto diversi topic a riguardo, nei quali si parla di tutto un pò, soffermandosi molto su aspetti legali, relativi a omologazioni ecc...
Non ho trovato una vera e propria recensione sull'oggetto, nella quale si analizzino pregi, difetti condizioni di utilizzo, test e possibili migliorie; tenterò di farla al meglio con questo topic.

L'oggetto in questione è questo:

Immagine

Esistono fondamentalmente due modelli di portamoto costruiti dalla stessa casa, che sono molto simili tra loro:

- il Towcar Racing (è il mio, oggetto della recensione)
- il Towcar Balance.

Differiscono tra loro esclusivamente per il fatto che l'ultimo prevede la possibilità di traslare lateralmente il piano di appoggio, in modo tale da rendere più agevole l'operazione di carico e scarico della moto.

Qui sotto un video interessante, in cui si vedono sia l'uno che l'altro modello;
il Towcar Racing è quello montato sul BMW, il Balance sul Toyota:

[youtube5][/youtube5]

Premetto che ho acquistato l'oggetto usato, su subito.it alcuni mesi fa.
L'ho montato sulla mia vecchia Audi A4 Avant B7 del 2005 con trazione integrale, ovviamente dotata di gancio traino (estraibilie, marca Westfalia).

Ne ho visti diversi negli ultimi mesi, con un poco di pazienza e organizzandosi per tempo se ne trovano, e quasi tutti in condizioni pari al nuovo.
Ogni tanto appare qualche annuncio, ma dura poco; vanno solitamente "a ruba"...
L'ho pagato 400 euro con tutti gli accessori. Un ottimo prezzo, considerato che nuovo on line, si trova poco meno di 900 euro.

Eseguo la recensione dopo aver percorso diverse centinaia di km su strade di vario genere; autostrade, statali, strade di campagna...
in varie condizioni meteorologiche e di tenuta del manto stradale.

Considerazioni varie:

L'oggetto si monta in pochi minuti; è robusto e leggero, pesa infatti complessivamente poco meno di 20 Kg.
E' a mio avviso ben costruito ed è composto principalmente di 3 parti:

- Il corpo centrale che va ad ancorarsi sul gancio
- Il blocca ruota anteriore, (che solitamente è opzionale)
- "Lo spallaccio" (è la struttura che tiene verticalmente la moto. E' un tubolare a forma di di ferro di cavallo, che si fissa sul corpo centrale.

Sono forniti nel kit anche quattro fettucce autobloccanti, utili a legare velocemente e in modo sicuro la moto alla struttura (ruote e telaio).

Le regolazioni da fare al momento del primo utilizzo sono due, semplicissime ma indispensabili per la sicurezza del sistema:
E' sufficiente stringere due bulloni e relativi controdadi, situati nella zona della testa che copre il gancio traino,
la loro funzione è quella di fare da riscontro sul gancio stesso; e il gioco è fatto.
Da questo momento per montarlo e smontarlo, basterà agire sulla comoda leva di chiusura et voilà, in un attimo lo monteremo e smonteremo a seconda delle esigenze.

Il portamoto si è dimostrato stabile e sicuro su tutti i terreni e a tutte le andature.
Per testarlo e verificare eventuali oscillazioni e/o anomalie, ho provato in sicurezza a raggiungere per brevi tratti autostradali velocità oltre codice; 150/160Km/h.
Ho percorso con dietro il Montesa 4rt le curve della Serravalle ad andatura talvolta relativamente sostenuta (80/90/100 Km/h) su asfalto appena bagnato (la condizione peggiore).

Sono molto soddisfatto della stabilità e affidabilità del sistema. La moto è sempre ferma e ben piantata e, sebbene esposta a forti sollecitazioni sembrava "saldata" alla struttura. La macchina reagisce bene a qualunque sollecitazione, nonostante non sia certo un SUV da 3 tonnellate.

Unica accortezza rispetto ad un normale carrello, a mio avviso è quella di dover necessariamente rallentare molto, in caso di dossi, buche e/o dissesti importanti.
Lo dico non perché abbia avuto problemi, ma solo perché le sollecitazioni meccaniche sul gancio in caso di balzi verticali seri, non sono affatto trascurabili.

Ho trasportato sia un Beta Evo che un Montesa, anche per lunghi tratti, con pioggia e condizioni avverse.
Il risultato stato più che soddisfacente con entrambi mezzi.

Il comportamento della macchina è sempre ottimo, il carico è decisamente ben bilanciato e sinceramente sembra di non avere nulla dietro.
Non ho provato effettuare frenate di emergenza, (non ho voluto rischiare in tal senso), ma la sensazione in frenata "normale" è davvero buona.

Il montaggio è veloce, come comode e immediate le operazioni di carico e scarico della moto.
Considerate che ho avuto un infortunio alla spalla tre settimane fa e ho un braccio fuori uso, perché ho ancora il tutore.
Son riuscito comunque senza troppe difficoltà a scaricare il montesa e smontare e rimontare il portamoto da solo.
Ci ho messo solo un attimo di più, ovviamente, ma ci sono riuscito senza troppi problemi.

Il portamoto smontato è inoltre davvero compatto.
I gruppi luce si piegano e le dimensioni dell'oggetto chiuso sono tali da farlo stare comodamente nel bagagliaio
di una station wagon, senza occuparlo del tutto.

Mi ritengo complessivamente molto soddisfatto.

Vi sono però a mio avviso alcune accortezze da avere prima riutilizzare il portamoto, che consiglio a tutti di avere.

1) Montate il portamoto solamente se avete un gancio traino di marca (buona qualità).
Eventuali "giochi" sulla sfera, dovuti a lavorazioni economiche e approssimative (non rare su ganci molto economici che si trovano in rete), possono creare problemi di sicurezza importanti.

2) Utilizzate esclusivamente ganci traino con ALMENO 100 KG di carico verticale supportato, non andate sotto.

3) Rivestite interamente lo "spallaccio" a forma di "U", sul quale legherete il telaio della moto con materiale morbido
Vi consiglio di acquistare, presso un qualunque negozio di idraulica, due metri di materiale coibentante per tubi in rame
(quello giusto è quello per tubi da 32mm se non erro). Costa un paio di euro al massimo.

Immagine


Questa piccola accortezza, apparentemente di poco conto, vi permetterà di non rovinare la moto e soprattutto non avere fastidiosi rumori durante il trasporto.

Conclusioni:

Mi sento di consigliarlo.
Lo riponi praticamente ovunque, è stabile, se ben montato è sicuro, veloce e facile da montare. Non necessita di collaudo o revisione.
E' leggero e trasportabile; è anche dotato di chiavi che inibiscono l'utilizzo della leva di smontaggio (utile quando si è di fretta e non si vuole smontarlo e rimontarlo tutte le volte).

Certamente, il fatto che sia necessario un gancio che ha carico verticale di almeno 100KG ne rende impossibile l'utilizzo su macchine piccole. A mio avviso, su una Golf (per intenderci) va bene, ma è già un pochino "stretto"...
Sarò esagerato, ma io su una vettura più piccola della mia, avrei qualche riserva a montarlo, se non altro per il carico laterale sporgente.

Non entro nel meritori omologazioni, codice della strada ecc...
Dico però che ho incontrato pattuglie delle forze dell'ordine più volte, ho avuto dietro macchine della stradale in autostrada...
Nessuno mi ha mai detto nulla.
Avevo il cartello, obbligatorio per carichi oltresagoma, avevo montato tutto scrupolosamente, e in coscienza, sapevo di non aver commesso leggerezze che potessero mettere e repentaglio la sicurezza mia e altrui.
Ciò mi è bastato. non sono tipo da farmi ulteriori problemi o fisime legali dovute a cavilli e/o interpretazioni del CdS.

Spero vi sia utile,

un caro saluto,


Aldo Genova

webmaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 577
Iscritto il: 12/11/2013, 22:42
Moto: Montesa 4RT Repsol
motoclub: Canzo
Località: Lurago d'Erba (Co)
Contatta:

Re: Recensione Portamoto Gancio traino Towcar

Messaggio da webmaster » 02/10/2019, 20:16

Bravo Aldo una bella recensione che siamo sicuri avrà molto riscontro tra i lettori. la metto come importante...
webmaster del forum
Immagine

Rispondi